For Managers

Special learning experience

Menù contestuale

Presentazione

Un programma particolare rivolto al top management aziendale e agli alti potenziali, finalizzato allo sviluppo delle capacità di resilienza, di presa di decisione sotto stress, di collaborazione e di assertività. È realizzato in contesti ambientali naturali e normalmente difficili, impiega metodi innovativi (simulazione di combattimenti, prove di sopravvivenza, esplorazioni del territorio) per mettere alla prova le proprie skill e i propri limiti.

Obiettivi

L'obiettivo dell'attività consiste nel portare i partecipanti ad una conoscenza di se stessi al di là dei limiti quotidianamente percepiti, attraverso un'intensa attività fisica che utilizza il combattimento quale motore stressante. Gli obiettivi sono:

  • Rompere la "vetrina"del mondo virtuale e la consolidata rappresentazione di se stessi;
  • Utilizzare la coesione del gruppo per forzare esperienze fisiche forti;
  • Promuovere una continua gestione organizzativa, di scelta e di riorganizzazione delle decisioni personali e collettive, in condizione di forte affaticamento fisico e stress psicologico;
  • Dimostrare la propria capacità di portare avanti gli obiettivi valorizzando soluzioni creative e inattese per la soluzione dei problemi.

Nonostante le difficoltà e l'affaticamento fisico e mentale proposto, l'obiettivo consiste nel promuovere la sperimentazione del proprio corpo e mente come capaci di resistenza e creatività in scenari inattesi ed estremamente stressogeni. La fatica come veicolo di contatto con quelle risorse relazionali e creative che possono rappresentare la discriminante del successo o della sconfitta nel gioco così come nel raggiungimento degli obiettivi lavorativi.

Destinatari

L'attività formativa si rivolge soprattutto a manager e alti potenziali dei quali e utile mettere a prova le capacità di leadership, coaching e presa di decisioni in situazione di elevato stress.

Punti di forza

Il gioco metterà in luce diverse tematiche relazionali che diversamente sono difficilmente osservabili se non in situazione di elevato stress permettendo così di osservare le persone:

  • quando emerge una leadership spontanea, che spesso contrasta con quella istituzionale;
  • fronteggiare una delusione, per le aspettative personali disattese rispetto alle rappresentazioni che ciascuno ha del collega;
  • rivalutare alcune personalità considerate superficialmente;
  • alle prese con la propria aggressività inaspettata, o al contrario con la propria condiscendenza, verso i componenti del proprio gruppo;
  • imbarazzate, per una situazione straordinaria e di disagio;
  • costrette a decidere, quando sarebbe l'ultima cosa che vorrebbero fare.

La situazione della Special Learning Experience è esclusiva: si tratta di un'occasione unica di mettersi alla prova in un ambiente controllato, con rischi limitati e vantaggi enormi perché permette a ciascuno di rendersi conto del proprio limite, raggiungerlo e spesso superarlo. Ciò è quanto si chiede a un buon manager nel proprio lavoro, nel mondo complesso e globale.

Coach: Marco Lombardi

The Coach's View

"Mettersi alla prova: se ne sente il bisogno, tanto è vero che gli sport estremi vanno di moda. Ma la società in cambio ci propone sicurezza per chiederci, tuttavia, di rischiare magari sul lavoro, per avere successo e... senza rete. La Special Learning Experience è un'occasione per sperimentarsi, in una situazione estrema ma sotto controllo, per fermarsi "in tempo" e fare tesoro dell'esperienza" (M. Lombardi).